RIFORESTAZIONE ISOLA LA CERTOSA

Venezia, ai nastri di partenza la riforestazione dell’isola La Certosa

Posted by

La riforestazione de La Certosa, isola della laguna di Venezia devastata nel 2012 da una distruttiva tromba d’aria, è un progetto che merita di essere conosciuto. Chissà che non diventi anche fonte di ispirazioni per altri attori.
L’iniziativa prevede la piantumazione di giovani alberi, selezionati per garantire un’ampia varietà di essenze e il miglioramento del patrimonio arboreo. Purtroppo il violento vortice d’aria di nove anni fa ha sradicato la maggior parte degli alberi modificando profondamente la morfologia del territorio.
Per raggiungere questo obiettivo ST!NG, brand di occhiali, e Save the Planet, Onlus che sviluppa e sostiene progetti green, hanno unito le forze. Un peccato non aver riqualificato prima una delle zone più affascinanti e dimenticate di Venezia. I primi arbusti del piano di riforestazione sono parte della Foresta M9 del Museo del ‘900 di Mestre, una foresta temporanea allestita nel cuore del Museo e che sottolinea il rapporto che unisce il territorio veneto ai suoi boschi.

Il supporto tecnico alla riforestazione de La Certosa

L’isola è caratterizzata da un’area verde di circa 22 ettari e a riforestarla ci penserà un team di esperti del settore. Questi ultimi si occuperanno di fornire l’abaco delle essenze piantumate e un computo metrico sulla fornitura delle piante, sui trasporti, sulla piantumazione, sull’irrigazione, a cui si aggiungono cartellonistica grafica, realizzazione e posa, oltre un’App QR code.
Questa iniziativa per noi ha un grande valore perché potremmo riqualificare un’area di interesse che era praticamente abbandonata, sviluppando un’attività dal forte impatto ambientale e sostenibile”, ha detto Elena Stoppioni, presidente di Save the Planet. Un’attività che ha anche un significato simbolico di rinascita dopo la Pandemia. Si restituisce così l’isola ai cittadini e alle famiglie di Venezia che si riappropriano di un territorio che era stato abbandonato. Un’area verde dove ricominciare a vivere momenti di benessere e socialità.

Anna Simone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *