moleca naturale quercetina

Coronavirus news: la molecola naturale che lo blocca è un pensiero magico

Posted by

Non bisogna rimpinzarsi di capperi e radicchio per tenere lontano il Covid-19. Tra gli articoli dedicati al “coronavirus news” spicca da qualche ora l’esistenza della quercetina. Abbiamo saputo che questa molecola presente in natura potrebbe essere una nostra alleata per contrastare il nuovo coronavirus.
Si trova in abbondanza in vegetali comuni come capperi, cipolla rossa e radicchio ed è conosciuta per le sue proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie, anti-allergiche e anti-proliferative.
Questo vuol dire che dobbiamo assumere quercetina a iosa? No. Purtroppo no. La scoperta è solo alla fase iniziale, quindi c’è un mondo di cose che gli scienziati dovranno approfondire e dimostrare.
Allo studio internazionale partecipano l’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Cosenza e gruppo di ricercatori di Zaragoza e Madrid, che hanno prodotto risultati interessanti, tanto da essere pubblicati sulla rivista International journal of biological macromolecules.

La quercetina

La nuova scoperta dimostra che la quercetina, una molecola di origine naturale, funziona da inibitore per SARS-CoV-2. Nello questa molecola ha un effetto destabilizzante su 3CLpro, una delle principali proteine del virus, fondamentale per il suo sviluppo e il cui blocco dell’attività enzimatica risulta letale per SARS-CoV-2.
Le simulazioni al calcolatore hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente nel sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione. E già al momento questa molecola è alla pari dei migliori antivirali a disposizione contro il coronavirus, nessuno dei quali è tuttavia approvato come farmaco.

Possibili sviluppi

La quercetina può essere facilmente modificata per sviluppare una molecola di sintesi ancora più potente, grazie alle piccole dimensioni e ai particolari gruppi funzionali presenti nella sua struttura chimica. Poiché non può essere brevettata, chiunque può usarla come punto di partenza per nuove ricerche.

È una notizia positiva, ma è tutto a uno stato embrionale quindi non facciamoci prendere da facili entusiasmi e soprattutto non iniziamo a prendere integratori di quercetina con l’illusione di tenere lontano il coronavirus.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *