myfoody app antispreco

Spreco di cibo: l’app Myfoody segnala quello scontato e in scadenza nei supermercati

Posted by

Yogurt, uova, marmellata, pasta, pane, biscotti, carne, pesce e chi più ne ha più ne metta: tutto ciò che nei supermercati sta per scadere ha un prezzo super ribassato e c’è un app che ce lo segnala, si chiama Myfoody.

È attiva dal 2017 ed è già tra le piattaforme più innovative e apprezzate nell’ambito della lotta agli sprechi alimentari, non a caso nell’ultimo anno ha salvato ben 800mila prodotti in scadenza. Oggi 5 febbraio, giornata nazionale di sensibilizzazione contro gli sprechi alimentari, è un buon momento per parlarne!

Per usare Myfoody basta scaricarla (è gratis per iOS e Android) e visualizzare quali alimenti, ormai prossimi alla data di scadenza e quindi destinati a essere buttati, verranno messi in vendita dal supermercato a prezzo molto scontato.
Partendo dalla geolocalizzazione, l’app invia notifiche sui punti vendita più vicini o già visitati in passato.

myfoody app contro spreco cibo

Attualmente, fanno parte del network un centinaio di punti vendita partner presenti in Piemonte, Lazio, Lombardia ed Emilia-Romagna, che diventeranno un migliaio entro la fine del 2020, e partnership con i grandi nomi della Grande distribuzione organizzata come Lidl Italia e Coop.

Consigli anti spreco

Su Myfoody la community di iscritti, oltre 60mila utenti attivi, ogni giorno condivide consigli e best practice antispreco per valorizzare anche quelle parti degli alimenti considerate di scarto. Così, Myfoody ha chiesto il loro supporto, tramite una survey, per scoprire gli escamotage degli acquirenti consapevoli. Cosa è venuto fuori?

La pianificazione e l’organizzazione della spesa per tempo è un’abitudine vincente per evitare acquisti superflui. Quindi dare uno sguardo ai cibi presenti nel nostro frigo prima di andare al supermercato e fare una lista per sapere da subito cosa mettere nel carrello, sono abitudini che fanno risparmiare tempo (quello trascorso girando per le corsie del supermercato) e denaro (evitando che in frigorifero entrino prodotti che non verranno consumati).

Congelare bene gli alimenti per conservarli più a lungo: questa è un’azione che dovrebbe essere di uso comune. I cibi vanno protetti prima di congelarli e poi consumati nel giro di qualche mese, lasciarli un anno nel freezer, ad esempio, è un errore.

Buona giornata nazionale contro lo spreco di cibo!
Anna Simone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.