grucce per abiti

Grucce per abiti: dove si buttano

Posted by

In autunno e primavera, al momento del cambio dell’armadio, per molti di noi si pone il problema di dove gettare le vecchie grucce per abiti: cestino dell’indifferenziata, plastica o isola ecologica?
L’altro giorno mi ha scritto il mio amico Carlo proprio per risolvere questo quesito perché online trovava informazioni discordanti tra loro.
Dopo qualche ricerca, per fugare i dubbi ho contattato Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, così ho scoperto che questa tipologia di prodotto è particolare.

Le stampelle per gli abiti se vendute insieme agli indumenti possono successivamente essere conferite nella raccolta della plastica perché considerate imballaggi. Tuttavia se le grucce sono vendute separatamente (come ad esempio quelle che acquistiamo nei supermercati, nei negozi di arredamento oppure di oggettistica) vanno nella raccolta indifferenziata.

Quindi, al momento di dover gettare una gruccia rotta dovete tenere presente queste informazioni. Se ci fate caso si distinguono facilmente, infatti quelle comprate insieme al vestito sono fatte di un materiale plastico “leggero” e diverso dalle altre, che invece sono di plastica “massiccia”.

appendiabiti

Direttiva europea

Il cambio di passo rispetto al passato, quando non erano riciclabili, c’è stato con la modifica dell’Allegato I della Direttiva Europea 213/2/UE, dove le grucce appendiabiti in plastica vengono definite imballaggi.
Se hanno piccole parti metalliche, come il gancio o le mollette per gonne e pantaloni, possono essere trascurate, poiché rappresentano una piccola percentuale del materiale complessivo che sarà separato negli impianti di trattamento.

Approfitto per ricordare che in generale nel cestino della plastica possono andare soltanto gli imballaggi, cioè tutti i prodotti che proteggono o favoriscono lo spostamento di altri prodotti. Ad esempio, le confezioni, i sacchetti, i contenitori, invece tutti gli oggetti e i manufatti in plastica, ad esempio le penne, i giocattoli, le ciabatte e così via, non essendo imballaggi vanno nel cestino dei rifiuti indifferenziati

Anna Simone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *