Faccio il bagno nelle alghe

Posted by

quingdao

La foto è vera, nessun fotomontaggio. Siamo in Cina, a Quingdao, una delle spiagge della provincia costiera dello  Shandong. Nuotano tra le alghe, non lo hanno scelto  ma sono costretti a farlo.

Secondo gli ambientalisti l’invasione da alghe dipende dall’enorme quantità di fosforo e azoto riversatesi in acqua. I passaggi del disastro algale sono intuitivi: i fertilizzanti chimici e i mangimi animali contengono fosforo e azoto in grandi dosi per garantire la crescita di animali (in particolare maiali) e vegetali. Le eccedenze passano dal terreno ai corsi d’acqua, e da qui al mare. Così le alghe stimolate dai nitrati, proliferano, privando l’acqua di ossigeno con relativa estinzione di organismi ossigeno-dipendenti.

Il fenomeno è mondiale, ma la Cina sembra essere messa peggio: dal 2008 si ripetono  ondate spaventose di marea verde.

 La soluzione sarebbe convincere gli allevatori a utilizzare meno nitrati. Dal canto loro non vogliono rischiare di far scendere il guadagno che ricavano dagli allevamenti di maiali e vanno avanti così con le ondate di alghe che scandiscono il tempo.  Si potrebbe inoltre optare per i maiali ogm, ma andare contro natura non ha mai risolto nulla… anche se ai più sfugge come concetto.

“Chiare, fresche et dolci acque”, ci saranno ancora da qualche parte? Ho i miei dubbi.

Anna Simone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *