Coloreranno anche i bachi da seta

Posted by

bachi da seta

Una mania umana è andare contro natura. Adesso hanno in mente di nutrire il baco da seta con dei colori, affinché rilascino le tonalità cromatiche nel filo.

L’idea è di un team di ricercatori dell’Istituto per la ricerca sui materiali di Singapore, guidato da Natalia Tensil.

 E’ vero che la maggior parte dei tradizionali sistemi di colorazione industriale rilasciano fanghi velenosi nelle acque, i fiumi cinesi sono quelli più malati da questo punto di vista, ma non si può pensare di modificare la catena biologica con queste sciocchezze.

Pensate se tra qualche anno mangiassimo pasta al pomodoro e iniziassimo a secernere saliva rossa, o mangiando insalata verrebbe fuori di colore verde: sarebbe pazzesco.

La seta in natura è solo color crema, allora un motivo deve pur esserci, no?

Indurranno i bachi da seta a produrre del filo colorato ma sarà una reazione a una sorta di esperimento chimico. Magari ci si ritroverà con la scritta “Seta di colorazione naturale”, sinceramente io di spontaneo e naturale non vedo nulla.

Per la precisione già da anni stanno portando avanti tali prove tecniche ma finora hanno ottenuto solo dei pigmenti che impregnano il filo superficialmente e scompaiono dopo un po’ di tempo.

Speriamo abbandonino la folle idea e si concentrino su tecniche di colorazione non invasive e sostenibili (tra l’altro esistenti e praticate fin dall’antichità).

Anna Simone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *